30 May 2020

Cessione dei crediti d’imposta COVID-19


Il D.L. Rilancio (D.L. n. 34/2020 pubblicato nella G.U. n. 128/2020) ha introdotto la possibilità di cessione dei crediti d’imposta introdotti dal Governo per fronteggiare l’emergenza da COVID-19.

Fino al 31 dicembre 2021, i soggetti beneficiari dei crediti d’imposta introdotti dal Governo per fronteggiare l’emergenza da COVID-19 possono, in luogo dell’utilizzo diretto, optare per la cessione, anche parziale, degli stessi ad altri soggetti, ivi inclusi istituti di credito e altri intermediari finanziari.


Sono cedibili, i crediti di imposta:
– per botteghe e negozi;
– per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda;
– per l’adeguamento degli ambienti di lavoro;
– per sanificazione degli ambienti di lavoro e l’acquisto di dispositivi di protezione.


Il credito d’imposta è usufruito dal cessionario con le stesse modalità con le quali sarebbe stato utilizzato dal soggetto cedente. La quota di credito non utilizzata nell’anno non può essere utilizzata negli anni successivi, e non può essere richiesta a rimborso.