20 November 2019

Convenzione tra INPS e CAF per la trasmissione delle domande di Rdc e Pdc


È stata adottata la convenzione con i CAF per l’attività di raccolta e trasmissione delle domande di Reddito di cittadinanza e di Pensione di cittadinanza per il 2019.


L’Inps indica ai CAF le modalità per lo svolgimento del servizio, sinteticamente: acquisizione della delega specifica del richiedente e adozione dei registro cronologico. Nel caso in cui ci si trovi in presenza di menomazioni fisiche, o analfabetismo, che non consentano la compilazione e firma della delega, la stessa può essere presentata priva della firma solo ed esclusivamente mediante allegazione del documento di identità che riporta l’annotazione dell’impossibilità alla firma; controllo dell’identità dei richiedente; assistenza nella compilazione delle domande. Si chiarisce che, nel caso in cui ci si trovi in presenza di menomazioni fisiche, o analfabetismo, che non consentano la compilazione e firma della domanda, il Caf non acquisisce la firma ove tale condizione di impossibilità risulti dal medesimo documento d’identità rilasciato dal Comune; rilascio al richiedente di copia delle domande, anche limitatamente alla parte in cui sono raccolti i dati personali ed alla informativa sul relativo trattamento; trasmissione ad INPS, entro 10 lavorativi dalla data di presentazione, della domanda RdC/PdC e del modello RdC/PdC Com Ridotto ed Esteso, con un ISEE fino ad euro 11.000,00; conservazione della documentazione.
Al momento in cui acquisisce le domande, il CAF informa il richiedente di quanto segue: 1. i dati acquisiti saranno trasmessi all’INPS, in osservanza delle disposizioni normative in materia e della convenzione in parola; 2. nel caso di presentazione del modello Com Ridotto non contestuale alla domanda di Rdc, in mancanza di presentazione del predetto modello entro 30 giorni dalla data di presentazione della domanda, ciò comporta l’impossibilità per l’INPS di procedere alla definizione della domanda; 3. in caso di presentazione del modello Com Esteso, la compilazione del modello deve avvenire entro 30 giorni dall’evento da comunicare, pena la decadenza dal beneficio; 4. a conclusione dell’istruttoria da parte dell’INPS, dà notizia al richiedente dell’esito delle domande presentate per il suo tramite.